Eros, Psiche e Andy Capp

Un percorso di libertà soggettiva in cinque tappe con lo psicoanalista Carmelo Corrado Occhipinti

Venerdì 13 aprile alle 21 prenderà il via alla Galleria Boragno il ciclo di incontri “Eros, Psiche e Andy Capp”, tenuto dallo psicoanalista Carmelo Corrado Occhipinti. La formula degli incontri è quella del “dibattito con curiosi interessati”: un intervento di mezz’ora del relatore, seguito da una pausa di riflessione e da interventi liberi dei partecipanti.

“Il serpente non sapeva nulla del bene e del male” è il sottotitolo dell’iniziativa, che Occhipinti presenta come “Un percorso di libertà soggettiva che parte dall’osservazione che le etichette sono sempre sbagliate per le persone, e giunge alla possibilità di ritrovare il proprio tesoro nascosto”. Il riferimento del titolo va a Andy Capp, personaggio di una celebre striscia a fumetti inglese il cui nome inglese suona anche come “handicap”; proprio da questo gioco di parole prende le mosse il discorso sviluppato negli incontri.
La serata introduttiva tratterà appunto l’argomento “Persone, non etichette”: si partirà dalla constatazione che “nessuno può essere identificato psicologicamente in una diagnosi che, semmai, riguarda i propri atti”. Il secondo appuntamento, venerdì 20 aprile, approfondirà invece il tema “Autismo, il nome di una questione” e il dibattito teso a determinare se l’autismo sia una patologia organica o psichica, che tende però a escludere la persona e designarla con un’etichetta contraddittoria.
Il ciclo proseguirà poi con altri tre appuntamenti: venerdì 11, 18 e 25 maggio, sempre alle 21. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.riflessioniaruotalibera.it.
La partecipazione agli incontri può essere prenotata contattando il numero 348-5118087. Sarà richiesto il versamento di un piccolo contributo spese.
Vota l’evento 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Non ancora votato)
Loading...