Giuseppe Cattagni- Natura e Metamorfosi

Sabato 18 novembre alle ore 17 presso le Civiche Raccolte d’arte di palazzo Marliani Cicogna sarà inaugurata la mostra “Natura e Metamorfosi”, una personale di Giuseppe Cattagni, a cura di Cecilia Ambra Baczynski. Si tratta della terza mostra per il 2017, selezionata nell’ambito del progetto “Uno spazio per l’arte”, che, dal 2014, presenta proposte di arte contemporanea  nelle sale delle Civiche Raccolte.

 

Giuseppe Cattagni nasce nel 1929 ad Arona da famiglia originaria di Cremona. L’interesse per l’arte, ed in particolare per il disegno, è evidente fin da giovanissimo. Si avvicina alla pittura principalmente da autodidatta, studiando e reinterpretando temi e stili della tradizione, ma con spiccata ricerca sulla tecnica. La carriera artistica si concretizza a partire dagli anni ’70, con numerose e costanti mostre personali. Cattagni vive e lavora a Gallarate (VA).

 

Scrive di lui, la curatrice Cecilia Ambra Baczynski: “…gli spazi del Museo civico accolgono oltre 30 opere di Giuseppe Cattagni in un ritratto caleidoscopico della Natura e dei suoi riverberi. Tra cortecce conquistatrici, pietre meditative, nature vive, figure umane arborizzate e portali carichi di storia, si delinea l’ambito di indagine del lungo percorso artistico di Giuseppe Cattagni.

La Natura costituisce principale ed insuperata fonte di ispirazione dei soggetti disegnati o dipinti, che dalla Natura provengono, alla natura tornano e in Natura si trasformano. In oltre 40 anni di intensa attività artistica, i temi sono stati attraversati con diverse tecniche e stili: dapprima toccando uno spiccato Surrealismo, poi sfiorando la composizione e l’atmosfera Metafisica e infine abbracciando, e tuttora mantenendo, un costante slancio Post-Impressionistico.

Una pittura che si incentra e si confronta con i più antichi temi che animano la mente umana: la Natura, le sue forme, la sua trasformazione, il suo instancabile agire sulla nostra esistenza, il tempo, l’uomo.

E come crocevia tra la Natura e l’uomo, domina la figura femminile, la donna, Madre Natura, Terra Madre, a cui è dedicata una vasta sezione in mostra, donna mortale e consapevole erede della mitologia. Il corpo femminile trasformato in albero è tema ricorrente nella pittura di Cattagni: busti di donne campeggiano con le loro nette cromie, l’epidermide che gradualmente assume le sembianze di corteccia in superficie, per poi conquistare tutto il corpo e mutarlo in albero, inseguendo una nuova e rinnovata metamorfosi di Dafne.

Le successive due sezioni sono dedicate alle Pietre e alle Nature morte: le prime, immobili testimoni dello scorrere delle stagioni spesso intitolate nature vive; le seconde nella loro perfezione dispositiva, naturale e artificiale simultaneamente, ferme e sospese nel tempo, cristallizzate ed eterne, riflessi del tempo che scivola.

Vota l’evento 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Non ancora votato)
Loading...
DOVE

Piazza Vittorio Emanuele II, 2
21052 - Busto Arsizio

QUANDO
Dal 18/11/2017 al 10/12/2017

Inaugurazione ore:17.00

ORGANIZZATO DA